Un piccolo aggiornamento

E’ da molto tempo che non aggiorno questo sito, ma dal momento che uso ancora i miei bigliettini da visita di quando insegnavo e traducevo, e non ho ancora quelli dell’Associazione, ho pensato che tanto vale aggiornare eventuali visitatori sulle mie attività al momento.

Il tempo mi sta scappando di mano, ma per la ragione migliore del mondo: ho tantissimo da fare.

Al momento questo mio tempo si divide tra: portare avanti e finalizzare la conformazione della nostra associazione, La Pecora Nera, le riunioni, parlare dei progetti che scalpitiamo per realizzare e soprattutto finalizzare una sede. La sede è essenziale in quanto determinerà quanti e quali progetti potremo implementare da subito, prima ancora di realizzare il sogno finale che sarebbe una grande spazio, immerso nella natura e con attività, progetti e collaborazioni davvero spettacolari. Se volete saperne di più sull’Associazione, qui la trovate su Facebook (più aggiornato) e qui in un sito temporaneo. Una prima iniziativa che sto amando moltissimo, partita dalla mia socia Ivana, viene descritta qui in questo articolo.  Per capire il mio ruolo principale all’interno dell’Associazione, direi che viene riassunto molto bene in questo articolo, sempre di Piazza Salento!

 

Capture dell'articolo su Piazza Salento

Una seconda e primaria attività, è il mio lavoro di Mediatrice Interculturale presso la Cooperativa Polvere di Stelle a Galatina . E’ un lavoro che amo molto e che trovo enormemente utile e di grande soddisfazione. Per farlo, mi sono formata al Cefass di Lecce, studiando in una location bellissima e con professori davvero di prima classe. Lo consiglio a chiunque abbia voglia di sfruttare le proprie lingue e/o le proprie esperienze per aiutare, in concreto, a creare una buona integrazione per i migranti nel paese Italia, di modo che sia l’Italia che loro traggano solo vantaggi dalla migrazione. Se volete saperne di più, non esitate a contattare Anna de Tommaso, è una persona squisita.

Infine, dopo queste e mille altre attività, ogni minuto libero viene passato a coccolare o giocare con o correre con la mia stupenda Nikita.

Myself and my beautiful dog
Nikita ed io al Lido Conchiglie, vicino a casa nostra.

Il tirocinio, e i “miei” ragazzi.

Oggi ho iniziato il tirocinio presso un’Associazione che offre alloggio a ragazzi stranieri minori non accompagnati.

Ho due figli sopra i venti, e una “tween” (preadolescente), e non sapevo quanto sarebbe stata dura incontrarmi con questi ragazzi soli dall’altra parte del loro mondo.

Il lavoro degli operatori non è facile, ma io mi sono posta con insegnante di italiano e anche un po’ di inglese, e il primo giorno è stato ottimo. I ragazzi simpatici, svegli e volenterosi, abbiamo fatto anche tante risate, il suono più bello.

Ho chiesto se fossero arrivati tutti qui insieme, hanno detto di si, e quando ho menzionato il viaggio si sono rabbuiati di colpo, all’unisono. Ho detto se vorranno ne potranno parlare ma senza alcun obbligo.

Poi, siamo tornati a ridere.

Come primo giorno, non c’è male.